-

Automazione interrata per cancelli battente, estetica e funzionalità

automazione-interrata-cancelli-battente-estetica-funzionalita

L’automazione per cancelli rappresenta una delle applicazioni tecnologiche di maggior impatto sulla vita quotidiana. La comodità, unita alla versatilità, ne fanno uno dei sistemi più installati.

L’automazione dei cancelli a battente è costituita da due tipi di impianti: gli impianti a vista e quelli interrati. L’automazione interrata per cancelli battente non porta con sé soltanto i vantaggi diretti dell’automatismo, ma si fregia di un valore aggiunto: l’armonia estetica. Un cancello, specialmente nelle dimore signorili, rappresenta il biglietto da visita dei padroni di casa, ancor prima della residenza o della proprietà che la circonda.

Un bel cancello in ferro battuto, finemente lavorato o un massiccio portone ligneo ad intarsi, per esempio, non meritano lo scempio di un sistema di apertura che lasci i meccanismi alla vista di chi guarda. In GB Capelli abbiamo un concetto di lavoro per cui le nostre realizzazioni devono essere funzionali, ma anche esteticamente gradevoli. È sulla base di questo concetto che abbiamo realizzato Hydromagik®. Frutto di una tecnologia esclusiva e brevettata, questo impianto rappresenta l’eccellenza in fatto di automazione interrata per cancelli battente. Le sue peculiarità costruttive, legate al sistema oleodinamico che ne garantisce i movimenti, ne fanno la scelta ideale per tutti i contesti operativi.

In special modo in tutte quelle situazioni in cui è necessario preservare il valore estetico del manufatto su cui sarà installato, restando in sintonia con l’ambiente che lo circonda.

Installabile a filo pavimento, sotto piano di calpestio o soletta, Hydromagik® può diventare completamente invisibile. Il suo meccanismo di movimento rapido, ma a controllo continuo, lo rende adatto anche all’asservimento di portoni in vetro, garantendo assoluta sicurezza. Un sistema di automazione interrata per cancelli battente che sfrutta anche l’estrema silenziosità del meccanismo operativo, una caratteristica che viene sfruttata per impiegarlo in quelle situazioni in cui è necessario mantenere bassissimi livelli di decibel.

0 Comments
Share

Reply your comment:

Your email address will not be published. Required fields are marked *