-

Domande frequenti sugli allarmi perimetrali

domande-frequenti-sugli-allarmi-perimetrali

Se nell’articolo precedente  abbiamo descritto gli allarmi perimetrali, con questo vogliamo rispondere alle domande che a noi di G.B.Capelli vengono poste più frequentemente.

Quali sono i vantaggi di un allarme perimetrale?

Un antifurto perimetrale è un sistema di allarme o dissuasione che protegge case, giardini ma anche fabbriche o negozi dalle intrusioni non volute. Tra i suoi punti di forza c’è sicuramente la possibilità di essere sempre attivo, che voi siate o meno in casa e la capacità di essere un allarme totalmente nascosto agli occhi degli eventuali malintenzionati. La possibilità di essere senza fili lo rende uno strumento molto utile e versatile per la protezione delle vostre proprietà e non ha nessun ostacolo, funzionando benissimo sia in luoghi molto grandi che in zone più circoscritte.

Un allarme perimetrale può essere manomesso?

Come tutti i tipi di allarme, il timore più comune è che anche l’allarme perimetrale possa essere manomesso. Gli allarmi moderni sono dotati di sistemi di sicurezza e protezione che permettono loro di dare l’allarme in caso di tentata manomissione.

L’allarme si spegne in caso di blackout?

Assolutamente no. I singoli dispositivi sono dotati di una batteria ausiliaria che continua ad alimentare il dispositivo in caso di interruzione dell’energia elettrica per blackout o manomissione dei fili della corrente.

Un animale domestico può impedire il corretto funzionamento di un allarme?

L’antifurto perimetrale ha la caratteristica di poter essere attivato anche solo parzialmente. Questo significa che si può lasciare un passaggio aperto per il proprio animale domestico, mantenendolo attivo sulle altre zone. Alcuni allarmi inoltre, sono in grado di riconoscere il passaggio di un animale o di una persona, attivandosi solo quando necessario.

Quanto costano gli allarmi perimetrali?

Come ogni cosa, dipende dalla situazione e dalla necessità. Il costo del singolo sensore varia in base al tipo di tecnologia utilizzata. L’investimento per l’impianto dipende dal numero di dispositivi utilizzati, dallo spazio da proteggere, dell’incidenza della mano d’opera per l’istallazione e la progettazione.

L’impianto di allarme è articolato e va installato da professionisti del settore come noi di G.B.Capelli che possano decidere quanti e quali sensori posizionare e dove è meglio posizionarli, quindi non è una di quelle operazioni che si prestano al fa da te.

0 Comments
Share

Reply your comment:

Your email address will not be published. Required fields are marked *