Archivi mensili:luglio 2018

-

Porte basculanti su misura

porte-basculanti-misura

Abbiamo parlato diffusamente in questo articolo dei portoni basculanti come di una soluzione ingegnosa sia per gli edifici industriali che per gli edifici ad uso domestico.

Ricollegandoci a questo discorso, in pratica si tratta di una serranda che si solleva con grande fluidità e semplicità, grazie al movimento dei contrappesi o delle molle poste ai lati della struttura. La possibilità di avere un portone basculante debordante o non debordante, la semplicità nel renderlo oggetto di design estetico soprattutto per le vostre abitazioni e, non ultima, la facile automazione per aprirlo senza sforzi, lo rendono uno dei portoni più usati, diffusi e scelti.

Stiamo parlando di un portone che dona sia sicurezza che affidabilità con il vantaggio di avere centinaia e centinaia di varianti sulla personalizzazione. Il concetto che più interessa e che riguarda la personalizzazione, è il fatto che G. B. Capelli possa realizzare per i propri clienti portoni basculanti su misura. Per la nostra natura professionale prevediamo una fase di studio per consigliare ai nostri clienti le migliori soluzioni che possano soddisfare le diverse esigenze relative alle diverse casistiche che si possono incontrare.

Venite a scoprire sul nostro sito le diverse soluzioni che proponiamo per il vostro portone basculante automatizzato, potrete apprezzare il design dei portoni da noi selezionati, la loro affidabilità certificata e garantita. Aggiungiamo poi la disponibilità e l’esperienza del nostro personale che vi seguirà con competenza e affabilità.

0 Comments
Share
portone-industriale-libro

Che cos’è un portone industriale a libro

Un portone industriale a libro è un serramento concepito per usi prevalentemente industriali che, grazie la sua composizione a sezioni verticali,  consente di coprire aperture molto ampie.

Noi di G. B. Capelli consigliamo l’adozione di questo tipo di portoni per usi industriali, dove nella necessità di ottimizzare gli spazi, anche su grandi aperture, può risultare un vantaggio.

Oltre la pura funzionalità

I nuovi trend vogliono che anche le fabbriche e le aziende non siano solo più funzionali luoghi di lavoro ma anche edifici piacevoli alla vista. Il portone industriale a libro è una soluzione pratica che permette di adattarsi anche alle diverse esigenze estetiche e armonizzare i diversi edifici.

La particolare apertura dei portoni industriali a libro permette di ripiegarsi su se stesso, occupando un minimo spazio con la totale apertura e lasciando maggiori spazi rispetto ad altri tipi di portoni. Inoltre, in base alle diverse esigenze, questo tipo di portone industriale può avere o meno la guida a terra.

I portoni industriali a libro hanno la possibilità inoltre di essere dotati di porte e di oblò in modo da garantire un facile accesso pedonale e una buona illuminazione.

Vantaggi dei portoni industriali a libro

I portoni a libro sono i più utilizzati in ambito industriale in quanto hanno diversi punti di forza che collimano con le esigenze delle aziende:

  • L’ingombro è minimo;
  • Lo scorrimento è ottimale;
  • È attuabile un’apertura parziale;
  • La manutenzione è ridottissima;
  • Sono sicuri e affidabili;
  • Sono molto silenziosi in apertura e chiusura;
  • Sono coibentati;
  • Possono essere movimentati manualmente o con motorizzazione.

Portoni industriali a libro G. B. Capelli

A seconda delle diverse aziende e delle differenti necessità di ogni cliente, G. B. Capelli offre un ventaglio di soluzioni personalizzate e personalizzabili che comportano il miglior risultato per il cliente. Il portone industriale a libro può essere una delle soluzioni alternative al portone sezionale o ai portoni basculanti.

In ogni caso, qualunque sia la vostra scelta, la qualità dei nostri prodotti, la competenza del nostro staff e l’esperienza maturata in oltre 50 anni di lavoro sul campo, ci permettono di consigliarvi per il meglio. Venite a visitare il nostro sito e richiedete un preventivo: troveremo la soluzione più adatta alle vostre necessità.

0 Comments
Share
domande-frequenti-sugli-allarmi-perimetrali

Se nell’articolo precedente  abbiamo descritto gli allarmi perimetrali, con questo vogliamo rispondere alle domande che a noi di G.B.Capelli vengono poste più frequentemente.

Quali sono i vantaggi di un allarme perimetrale?

Un antifurto perimetrale è un sistema di allarme o dissuasione che protegge case, giardini ma anche fabbriche o negozi dalle intrusioni non volute. Tra i suoi punti di forza c’è sicuramente la possibilità di essere sempre attivo, che voi siate o meno in casa e la capacità di essere un allarme totalmente nascosto agli occhi degli eventuali malintenzionati. La possibilità di essere senza fili lo rende uno strumento molto utile e versatile per la protezione delle vostre proprietà e non ha nessun ostacolo, funzionando benissimo sia in luoghi molto grandi che in zone più circoscritte.

Un allarme perimetrale può essere manomesso?

Come tutti i tipi di allarme, il timore più comune è che anche l’allarme perimetrale possa essere manomesso. Gli allarmi moderni sono dotati di sistemi di sicurezza e protezione che permettono loro di dare l’allarme in caso di tentata manomissione.

L’allarme si spegne in caso di blackout?

Assolutamente no. I singoli dispositivi sono dotati di una batteria ausiliaria che continua ad alimentare il dispositivo in caso di interruzione dell’energia elettrica per blackout o manomissione dei fili della corrente.

Un animale domestico può impedire il corretto funzionamento di un allarme?

L’antifurto perimetrale ha la caratteristica di poter essere attivato anche solo parzialmente. Questo significa che si può lasciare un passaggio aperto per il proprio animale domestico, mantenendolo attivo sulle altre zone. Alcuni allarmi inoltre, sono in grado di riconoscere il passaggio di un animale o di una persona, attivandosi solo quando necessario.

Quanto costano gli allarmi perimetrali?

Come ogni cosa, dipende dalla situazione e dalla necessità. Il costo del singolo sensore varia in base al tipo di tecnologia utilizzata. L’investimento per l’impianto dipende dal numero di dispositivi utilizzati, dallo spazio da proteggere, dell’incidenza della mano d’opera per l’istallazione e la progettazione.

L’impianto di allarme è articolato e va installato da professionisti del settore come noi di G.B.Capelli che possano decidere quanti e quali sensori posizionare e dove è meglio posizionarli, quindi non è una di quelle operazioni che si prestano al fa da te.

0 Comments
Share